‘L’approvazione del disegno di legge per le celebrazioni dell’ottavo centenario della morte di San Francesco d’Assisi ha un grande significato. Grazie al Ministro Franceschini per il suo impegno a sostegno di questo progetto. C’è la volontà di costruire intorno alla figura di Francesco, alla vita, all’opera, ai luoghi un vero programma culturale che sia duraturo nel tempo, coinvolgendo e sostenendo la crescita dei tanti territori coinvolti, dando vita ad una sinergia tra scuole, università, istituti di formazione artistica, musicale e coreutica, centri di studio europei ed internazionali.  La figura di Francesco è fondativa della cultura italiana ed europea, e appartiene anzi al mondo intero. Il suo messaggio è universale e sta nella potenza evocativa del suo esempio di vita: la testimonianza rivoluzionaria della radicalità del Vangelo. Costruire comunità, stare dalla parte degli ultimi, degli emarginati e degli esclusi, imparare dai ‘piccoli e poveri.’ Francesco rappresenta i valori universali di fratellanza, condivisione, multiculturalismo, inclusione, pace. Oggi in questo tempo dilaniato dalla guerra, è fondamentale far vivere il suo l’insegnamento. Non basta pronunciare la parola ‘pace’ ma serve fare tutto il necessario per costruire la pace.’ Così il senatore Francesco Verducci Vice Presidente Commissione Cultura nella dichiarazione di voto sul ddl per le celebrazioni dell’ottavo centenario della morte del Santo.