“Come sottolineato anche da illustri costituzionalisti, non è corretto proseguire a determinare le condizioni di vita economica sociale e personale del Paese senza un pieno coinvolgimento del Parlamento, che è il luogo dove si esercita la delega rappresentativa”. Lo afferma, in un articolo uscito oggi su Huffington Post, la senatrice del Pd Valeria Fedeli, che aggiunge: “Condivido quanto sottolineato oggi da Renzi nella sua intervista a Repubblica sull’esigenza che ogni passaggio sia fatto nel pieno rispetto della Costituzione. Mai, nemmeno in un’emergenza come questa, il Governo può adottare provvedimenti che limitano le libertà personali garantite dalla Costituzione e che creano disparità e discriminazioni, andando direttamente a violare quanto prescritto dall’art 3 della Carta. Mi riferisco al tema dei “congiunti”, delle “relazioni stabili, che ridefinisce il perimetro delle libertà individuali di movimento andando a discriminare sulla base di scelte e condizioni personali e affettive, senza alcun fondamento e valutazione scientifica. Sui diritti umani e civili e sull’uguaglianza non si può transigere – conclude la capogruppo del Pd in commissione diritti umani al Senato – nemmeno ai tempi del coronavirus. È necessario allora intervenire con urgenza, in Parlamento, per superare questo improprio intervento nella vita delle persone, restituendo chiarezza, rispetto dei valori costituzionali e fiducia”.


Ne Parlano