La storia di una vera democrazia liberale, per la quale é principio fondamentale che tutti i cittadini sono uguali di fronte alla legge
‘Alla fine di un lungo percorso ad ostacoli, il Senato ha deliberato la decadenza di Silvio Berlusconi, facendo applicazione di un decreto legislativo adottato nel 2012 per garantire ‘liste pulite’ ed un Parlamento coerente con l’art. 54 della Costituzione, secondo cui i cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore. La cd. Legge Severino ha posto un requisito di candidabilitá e di permanenza nella funzione di parlamentare. Le questioni che hanno impegnato per mesi prima la Giunta per le elezioni e poi l’Aula del Senato circa la pretesa illegittima retroattività di tale legge sono palesemente infondate e strumentali, come hanno univocamente statuito tutti i giudici che ne hanno fatto applicazione per eletti diversi dal sen. Berlusconi. Oggi forse inizia per il nostro Paese una nuova storia: la storia di una vera democrazia liberale, per la quale é principio fondamentale che tutti i cittadini sono uguali di fronte alla legge. Semmai, questa va applicata con maggior rigore proprio nei confronti di coloro che hanno l’onore e la responsabilità di rappresentare il Paese’.

Ne Parlano